Bosco didattico

IL BOSCO DIDATTICO SPIRDO

 

Dalla primavera 2021 la Regione Puglia ha iscritto l’Azienda nell’albo dei boschi didattici, necessario corollario per far conoscere il proprio territorio e diffondere buone pratiche per la crescita di una coscienza ambientale. Il Bosco didattico Spirdo rappresenta un osservatorio privilegiato per comprendere il suo prezioso ecosistema e la sua variegata biodiversità. A questo scopo, vengono organizzate attività di esplorazione e di conoscenza botanica e faunistica per scolaresche e famiglie.

Il Bosco delimita la tenuta sul versante della serra salentina, costeggia la pianura disseminata di ulivi secolari e si apre su ampie visuali, naturali belvedere sul territorio circostante. Camminando attraverso i sentieri boschivi, si è immersi in uno scrigno di suggestioni naturalistiche, sempre mutevoli nel trascorrere delle stagioni e nelle variazioni delle condizioni climatiche. L’area boschiva e la campagna circostante rientrano in una riserva naturale, l’oasi di protezione “Madonna Coelimanna”, pertanto rappresentano l’ambiente ideale per gli animali selvatici come la volpe, il riccio, la faina, il cervone, la talpa, l’upupa e il falco pellegrino. La specie arborea prevalente è il leccio (Quercus ilex), mentre fra le specie prettamente arbustive sono diffuse la fillirea, il ginepro, l’alaterno, il biancospino e il viburno. Nelle radure compare anche l’erica e il corbezzolo.